Trekking a cavallo lungo il Sentiero di Francesco

Il Sentiero di Francesco, nel tratto che va da Gubbio ad Assisi, può essere percorso anche a cavallo, per un’esperienza unica in cui splendidi paesaggi naturali si alternano ad antichi castelli, eremi ed abbazie.

Parti dalla città dei Ceri che, agli inizi del 1207, accolse San Francesco e che, ad oggi, conserva moltissimi luoghi dall’alto valore sia spirituale sia storico-artistico. 
Percorri la strada statale 298 in direzione Perugia e raggiungi l’abitato di Ponte d’Assi. Attraversa il ponte sul torrente Saonda e prosegui dritto sulla statale per un breve tratto. Superata una fattoria, continua per il sentiero asfaltato dalla parte opposta, in salita, nella frazione di Colonnata.
Arriva nei pressi Vallingegno: sulla destra puoi ammirare il castello e l’Abbazia di San  Verecondo di Spissis, dove secondo la storia San Francesco cercò rifugio dopo l'assalto subìto da parte di un gruppo di briganti. 

Dal bivio di Vallingegno procedi per l’Eremo di San Pietro in Vigneto, luogo di profonda spiritualità e pace. A questo punto, in fondo alla discesa dell’Eremo, vai sempre dritto fino alle sponde del Chiascio e costeggia la diga del fiume. Raggiungerai un bivio, qui gira a destra e prendi il sentiero segnalato.

Dal bivio di Coccorano continua per la strada asfaltata fino alla zona della Barcaccia. Scendi lungo la valle del fiume e, una volta attraversato il ponte, sali fino a Valfabbrica, piccolo centro medievale. Sembrerebbe che proprio nei pressi di Valfabbrica, il Poverello abbia subito l'attacco dei briganti, ma non esiste una versione definitiva su quanto accadde. Alcuni biografi, tuttavia, sostengono che l’episodio si sia verificato nei dintorni del Castello di Coccorano, una rocca che risale all’XI secolo da cui si scorge buona parte della valle del Chiascio.

Da Piazza Mazzini prosegui verso la frazione del Pioppo e, subito dopo, continua a sinistra per il tracciato asfaltato senza seguire le indicazioni del sentiero per i pellegrini a piedi.
Arriverai così a Pieve San Nicolò, dove potrai presto ritornare sulla strada dei camminanti. A questo punto raggiungi la statua di Padre Pio, dalla quale un ultimo tratto in salita conduce a porta San Giacomo, sul lato nord-est di Assisi.


Alcuni piccoli suggerimenti

  • Le fontanelle, lungo il cammino tra Gubbio e Assisi, si trovano all’Eremo di San Pietro in Vigneto, nella zona di Biscina, in località Barcaccia e Pieve San Nicolò.
  • Indossa il “casco” protettivo per cavallerizzi. 
  • Calza scarpe adeguate nel caso in cui, in alcuni piccoli tratti, la vegetazione sia più rigogliosa e non permetta di passare in sella all’animale. 

Per maggiori informazioni: http://www.ilsentierodifrancesco.it/