Il castello di Armenzano

A 8 km da Assisi, immerso nel Parco del Monte Subasio, sorge Armenzano, un piccolo paesino ricco di storia lungo la strada che unisce la città serafica a Spello, offrendo un bellissimo panorama sulla vallata sottostante.

Il borgo prende nome da “Armentum”, parola di origini latine che significa “mandria”, probabilmente perché l’allevamento è stato sin dall’antichità la principale risorsa economica dei suoi abitanti.

Il paese si sviluppa intorno al suo castello con un doppio cerchio concentrico di case, ancora oggi abitate, mentre in alto spicca il maschio, residenza del signorotto medievale.

Si narra che San Francesco fu più volte ospite tra le mura del castello che, in quel periodo, apparteneva al conte Napoleone di Umbertino dei Monaldi, grande amico ed estimatore del Poverello che veniva così spesso invitato a rimanere quando si trovava in quelle zone per predicare.

Posto in zona strategica, il castello è stato al centro delle contese tra Assisi e Spello, infatti pur essendo frazione della città serafica dal 1860, Armenzano dal punto di vista ecclesiastico fa ancora parte, proprio come Spello, della Diocesi di Foligno.

In posizione isolata rispetto al borgo, si trova la chiesa di Santa Maria voluta dai frati camaldolesi ed eretta tra il dodicesimo e il tredicesimo secolo.

  • subasio natura

Dagli anni ’80, nel periodo natalizio, il borgo si trasforma in Presepe Vivente, permettendo a chiunque decida di visitarlo di fare un salto indietro nel tempo con scene che ripercorrono lavori e stili di vita dell’epoca, mentre in primavera e ancor più in estate, grazie al tempo favorevole e alla quasi totale assenza di inquinamento luminoso, Armenzano diventa un luogo privilegiato per l’osservazione astronomica.